Infiniti mondi

La meraviglia dello scoprire sempre nuovi aspetti della fragile eppur forte bellezza, che l’arte incarna così magistralmente, è l’aspetto migliore della Pittura. E pure il più superbamente intossicante.

Perché?

Semplice.

Le parole narrano storie e sussurrano emozioni. Lentamente, velocemente, minuziosamente, distrattamente. Le si leggerà, le si immaginerà. Si soffrirà con i protagonisti che le animano, e si gioirà nello stesso modo con loro. Tutto al passo desiderato dallo scrittore.

Le immagini, invece, condensano emozioni e alludono a storie nascoste. L’inizio, la fine. Pure il mentre. Le sensazioni dei personaggi e di colui che le ha create, sono tutte là: fisicamente disponibili per essere lette, eppure così mutevoli ed eteree da poter essere interpretate, più che semplicemente sperimentate. Sta a colui che guarda scegliere l’ordine e il modo con il quale coglierle, e il peso da dare al soggetto più che alla pennellata.

Perché il dipinto non offre solo una finestra verso UN altro mondo, quanto piuttosto alcune istantanee di molti.

A volte, questi frammenti di realtà sono chiari, limpidissimi, e basta ordinarli per averne l’intera storia. Altre sono difficilmente interpretabili e allora, questi frammenti messi in posizioni diverse, possono raccontare infinite altre storie.

Un giorno sarà una storia bella e fragile, come ali di farfalla appena uscita dal bozzolo. Il giorno dopo invece, quella di cavalieri coraggiosi e intrepide fanciulle. Di una realtà agra o di una speranza lontana. Di gente che vive, di natura che muore. Di sogni, di incubi, di fantasie impossibili e di realtà fin troppo riconoscibili.

Un giorno, il rosso ci parlerà di sofferenza infinita e dolore insopportabile, quello successivo invece diventerà simbolo di amore profondo e devozione totale.

Il bianco parlerà di purezza, oppure di vuoto. Il nero sarà una pennellata forte che racconta il buio oppure determinazione ferrea.

Tutto nello stesso quadro. Tutto da leggere tramite noi stessi.

Immaginatevi, ora, stanze intere piene di racconti così.

Come resistere ad una tentazione simile?

Natura morta. Don Giacomo Raccanelli

Advertisements

One thought on “Infiniti mondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...